Da Maria – Agosto 2018

Salve, mi chiamo Mara e sono una ragazza di 27 anni; all’età di quattro/cinque anni I miei genitori si sono accorti di uno strano rigonfiamento, a mo di pallina al di sotto del cavo ascellare del braccio destro. Successivamente hanno deciso di indagare e siamo finiti in un famoso ospedale romano in cui, sbagliando diagnosi hanno aperto e richiuso chirurgicamente il braccio di una bambina di nemmeno sei anni. Da lì ovviamente ho scoperto la natura del problema, era una mav venosa che passando tra ossa e muscoli si estendeva dalla spalla fin quasi alla mano. Con il tempo crescendo è cresciuta con me portandomi una serie di dolori e scarsa mobilità a spalla, gomito e mano. Ho girato e sono arrivata in un altro ospedale con un altro medico poco aggiornato che ha forse erroneamente deciso di provare ad asportare tutto chirurgicamente, ma dolore e problemi si sono ripresentati, sono stata a Genova dove mi hanno fatto la prima operazione con sclerosante e poi a Roma cinque volte, ma ad oggi dopo l’ultima apparente risolutiva operazione mi ritrovo con il gomito gonfio e poco mobile ogni mattina. Cerco supporto perché delle volte chi mi è accanto banalizza o non riesce a capire cosa provo.

 

Potrebbero interessarti anche...

4 risposte

  1. Anna ha detto:

    Ciao Mara io ti capisco profondamente, io ho scoperto di avere una mav nella spalla destra piú di un anno fa , anche se quel rigonfiamento io l avevo notato molto tempo prima , ma non mi dava fastidio , poi invece piú di due anni fa ho avuto un dolore forte e continuo che si é esteso fino al braccio e alla mano, i dottori all’ inizio non capivano cosa fosse , poi hanno scoperto che era una mav, mi ha detto che non si poteva asportare perché é sopra il muscolo e che si deve curare con delle terapie specifiche , ora aspetto che mi chiamano dall’ ospedale perché il dolore mi é tornato , e dato che faccio un lavoro faticoso e manuale per me questa mav é un grosso problema , mi sento distrutta , scusate il mio sfogo , ma penso che solo voi potete capirmi che l avete

  2. Jenny ha detto:

    Ciao Maria, io ti consiglio il dott. Giacomo colletti che opera al s paolo di Milano. È un grande professionista , una persona molto amorevole. In bocca al lupo. Jenny

  3. Lucia ha detto:

    Ciao Silvana, mio marito ha lo stesso problema che aveva il tuo. Anche noi da cinque anni sbattiamo la testa contro i muri. Ti sarei infinatemente grata se potessi contattarmi per avere qualche particolare in più sulla vostra esperienza, fortunatamente finita bene.
    Grazie mille
    Lucia

  4. Cara capisco benissimo mio marito l aveva nel midollo spinale ed era quasi paralizzato poi é stato operato al neurologico basta di Milano é dopo tre mesi in riabilitazione a ripreso a camminare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.