Da Crisitina Aprile 2011

Ciao marco,
mi chiamo Cristina ho 31 anni e abito a Cremona, voglio raccontarti la mia storia anch’io avevo una MAV, mi hanno operata quasi un anno fa.
E’ iniziato tutto in agosto del 2003 mio fratello si accorge che a tavola avevo un comportamento strano, mi chiama ma io non gli rispondo, poi mi riprendo ma non ricordo nulla, mi sento stanca, lui si è spaventato e mi costringe ad andare al pronto soccorso dove dopo TAC e RISONANZA mi riscontrano una MAV temporale destra.
Vengo indirizzata alla clinica Villa Maria Cecilia di cotignola dal Dr. Motti, a settembre mi sottopongo al trattamento gammaknife, va tutto bene e a ottobre riprendo a frequentare  l’università. A novembre mentre vado all’università avverto un forte mal di testa rientrata a casa chiamo il Dr. Motti, per avvertirlo  mi consiglia di recarmi subito in pronto soccorso a fare una tac per verificare che non vi sia un’emoraggia in atto, detto fatto  1 ^ emorragia in corso.
Ovviamente mi sconsigliano di frequentare l’università devo stare a riposo, passo il 2004 e il 2005 con fortissimi mal di testa la mia vita quotidiana è limitata, da nuove indagini scoprono che dietro a quella “stronza della mav” (scusami passami il termine ma io l’ho battezzata così) si sono formate delle cisti che verranno svuotate tramite casco sterotassico in marzo del 2005, risolvo in parte il problema del mal di testa ma a aprile 2005 seconda emoraggia in cui perdo i sensi e rischio di esser operata d’urgenza, ma fortunatamente l’emoragia rientra e non vengo operata.
Nel 2005 mi consigliano di andare a fare una visita all’ospedale niguarda dal Dr. Edoardo Boccardi ( uomo dalla profonda umanità e professionalità) per valutare l’ipotesi di embolizzare la mav, visto i grossi problemi che continua a dare, il Dr. Boccardi consiglia di non intervenire e mi indirizza dal Dr.Roberto Mai (un grande specialista) per rivedere la terapia anti epilettica, grazie alla quale piano piano mi riprendo e ricomincio a vivere fintanto che nel 2008 riprendo a seguire le lezioni universitarie e nel 2009 mi laureo.
Tutto fila liscio fino a marzo 2010 mentre sono al lavoro sento una fitta fortissima alla testa, ma continuo a fare il mio lavoro rientrata a casa il mal di testa aumenta sempre di più finchè nella notte mi portano in ospedale ed aimè 3^ emorragia, ma grazie alle famose cisti impediscono al sangue di fare danni e mi salvano la vita!!!!
Informo il Dr. Boccardi che si consulta con  i colleghi chirurghi e a maggio del 2010 mi sottopongo ad intervento chirurgico, va tutto bene dopo tre giorni mi fanno alzare e dopo 15 giorni torno a casa.
Il Dr.Boccardi e Dr. Mai per me sono come angeli custodi si sono presi a cuore il mio caso e con pazienza mi hanno curata e consigliata.
Spero che la mia storia possa essere d’aiuto a qualcuno il mio consiglio è quello di non mollare mai, perchè quello che non ti distrugge ti rende più forte e auguro a tutti di poter trovare degli specialisti che con pazienza si prendano cura del caso perchè ogni caso è diverso.
Ringrazio marco e mi scuso per essermi dilungata ma la mia è stata una vicenda complessa e lunga.   Cristina

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Marco Fantelli ha detto:

    Ciao Nunzia, questi i riferimenti:
    Niguarda Milano – Prof. Boccardo: http://www.ospedaleniguarda.it/strutture/info/neuroradiologia
    Ciao
    Marco

  2. Nunzia ha detto:

    Ciao, come posso contattare il dott. Boccardi?mia cugina ha un problema simile e vorremo fare una visita con lui.
    Grazieee mille
    Nunzia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *