Da Antonella Febbraio 2009

Sono la mamma di Silvia 11 anni, che è morta il 21/01/2009 per una  Mav parietale destra, precedentemente embolizzata  al Niguarda  di Milano.
Precisamente abbiamo scoperto la mav il 17/09/08, il 6/10/2008 è stata embolizzata (anche se non al 100%) su consiglio dei medici del Niguarda, dovevamo aspettare 18 mesi -2 anni per potere permettere la radioterapia che avrebbe risolto il problema definitivamente,
vista la profondità della mav non si sentivano di consigliare l’intervento chirurgico classico per le gravi conseguenze che poteva causare.
Dovevamo fare risonanze magnetica di controllo ogni 6 mesi e la prima era fissata  per il 18/03/2009, Silvia non è arrivata a tale data perché il 19/01/09 ha avuto una emorragia abbastanza grave da non poter escludere l’interveto d’urgenza alla Neurochirurgia del Civico di Palermo  In prossimità dell’inizio dell’intervento, alle ore 16.30 del 19/01/09, la bambina ha avuto un picco di pressione a 240 che le ha devastato il cervello .
L’intervento di asportazione della Mav è stato fatto lo stesso in quanto era già stata anestetizzata e confidando (da parte del neurochirurgo ) in un miracolo l’hanno operata lo stesso pur sapendo che forse non si sarebbe svegliata.
Alle ore 13.00 del 21/01/09 Silvia è stata dichiarata morta cerebralmente
Non credevo mai che di questa malformazione si morisse così in fretta, tanto da avere il rimorso che forse dovevamo fare operare subito la bambina dopo la  embolizzazione.

Questa voce è stata pubblicata in I nostri casi.... storie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *