Da Simona 27 Giugno 2010

Ciao Marco,
mi chiamo Simona e ho 39 anni. Ho appena letto parecchie mail sul tuo sito MAV e ho deciso di raccontare anche la mia storia perchè fortunatamente come dico sempre, sto vivendo la mia seconda vita.
Tutto è iniziato la sera del 11 maggio 2007, dopo una serata con gli amici, torno a casa, il tempo di mettermi il pigiama per andare a letto e mi scoppia un mal di testa atroce che ricorderò per tutta la vita. Ho capito che c’era qualcosa di strano e con mio marito abbiamo deciso di andare in pronto soccorso.
Sono riuscita ad uscire di casa camminnando, ma una volta salita in macchina non ricordo più nulla perchè ho perso conoscenza. Arrivati all’ ospedale di Niguarda di Milano, dopo tutti gli accertamenti comunicano a mio marito che sono in pericolo di vita a causa di un’emorragia cerebrale causata dalla rottura di una MAV. Prima di allora non avevo avuto nessun problema e nessun sintomo e non sapevo neanche cosa volesse dire MAV!!!
I medici dicono di dover intervenire chirurgicamente ma al momento non è possibile per le mie condizioni critiche. Mi tengono 5 giorni in rianimazione e il 16 maggio 2007 mi operano.
Un’operazione che dura 8 ore ma per fortuna va tutto bene e dopo due giorni di rianimazione mi riportano in reparto e pian piano ricomincio a riprendermi in mano la vita!!!
Dopo un mese di ospedale, il 9 giugno 2007 torno a casa con le mie gambe. Mi sento un pò spaesata, confusa ma estremamente felice……Per un pò mi consigliano di non restare da sola, potrebbero avvenire delle crisi epillettiche (fino ad oggi mai avute) inoltre sono sotto cura anticoaugulante a causa di un trombo alla giugulare causato dal catetere centrale che mi hanno messo durante l’intervento.
A settembre 2007 smetto la cura anticoaugulante, ad ottobre 2007 torno al lavoro chiedendo un part time e dopo circa un anno e mezzo dall’intervento smetto la cura con antiepilettici.
Faccio i miei soliti controlli ogni sei mesi ma direi che procede tutto bene, tant’è che spero di realizzare presto il mio sogno, quello di diventare mamma!!! Conduco una vita normalissima, come prima di essere operata, ho solo un pò di energia in meno, mi stanco più facilmente, ma questo è il meno dei mali.
Io sono nata il 20 gennaio, ma ho anche un altro compleanno, il 16 maggio che considero il giorno della mia rinascita!!!!
Un consiglio che dò a tutti è di non mollare MAI, la forza di volontà e la voglia di vivere aiutano tantissimo. Ci vuole anche tanta pazienza, ma ne vale la pena. La vita è una sola e merita di essere vissuta al meglio!!!!
Grazie Marco per aver creato il sito sulla MAV, è positivo potersi confrontare con persone che hanno avuto la stessa patologia. Io ne parlo sempre molto serenamente…..Grazie ancora!!!

Ciao a tutti
Simona

Per qualsiasi domanda potete contattarmi a questa mail:
simona.dellamico@libero.it

Questa voce è stata pubblicata in I nostri casi.... storie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *